Idee Cucine

Il green entra in cucina

Natura, sostenibilità, riuso e multifunzionalità: le tendenze dominanti

La prima tendenza che emerge al Salone del Mobile 2022 è quella di una casa sempre più in tema green e in perfetta armonia con l’ambiente. 

Il rispetto e la salvaguardia della natura sono stati, infatti, tra i temi dominanti accompagnati da altrettante tematiche di crescente interesse quali l’economia circolare, il recupero (upcycling) e il riciclo di materiali e prodotti e la sostenibilità di tutta la filiera dell’abitare. 

Casa e natura sono, quindi, sempre più connesse nel tentativo di immaginare e progettare un nuovo modo di abitare; non è pertanto un caso che una delle più interessanti novità del Salone sia stata “Design with Nature” dell’architetto Mario Cucinella, un progetto che ha voluto raccontare questo legame creando un ecosistema virtuoso (ovvero rispettoso dell’ambiente), rappresentazione dell’abitare del domani. 

Un’architettura sempre più “eco” e “green”, capace di dialogare con l’ambiente circostante, di ridurre il proprio impatto ambientale e di progettare spazi e prodotti non solo rispettosi della natura ma anche in linea con i principi del riuso e del riutilizzo, tipici dell’economia circolare. 

Le tematiche ecologiche hanno dunque avuto un ruolo di primo piano e questo è stato evidente anche nei colori, nei materiali e nelle lavorazioni, sempre più naturali, proposte dagli espositori; così, ad esempio, tra le tendenze arredamento 2022 ci sono tonalità come il verde, il bianco e il nero mentre tra i materiali la fanno da padrone, il legno, il granito, la pietra e il marmo. 

Un ritorno alla natura a 360°, quindi, che non interessa però solo l’interior design ma anche l’outdoor; così come gli ambienti interni anche i giardini, le verande e i balconi si “vestono” di arredi e complementi sostenibili, realizzati con materiali riciclati e attenti al ciclo produttivo. 

Una casa sostenibile è, infatti, anche una casa consapevole, ovvero capace di immaginare un nuovo futuro per un materiale o un prodotto giunto al termine del suo “naturale ciclo di vita”; dal Salone del Mobile 2022 è emersa con forza la necessità di progettare in maniera responsabile, ponendo sempre più attenzione al riuso e al recupero, senza ovviamente rinunciare alla personalizzazione.  

Sostenibili e riutilizzabili, quindi, ma non solo visto che gli arredi e i complementi visti al Salone del Mobile sono anche funzionali, o meglio multifunzionali, curati in ogni dettaglio e capaci di assecondare i gusti, le esigenze e le emozioni delle persone. 

In linea con l’idea di spazi che diventano sempre più flessibili e mutevoli, anche gli arredi devono essere versatili, modulari, trasformabili e semplici da spostare così da essere sempre pronti ad assecondare i bisogni di chi vive l’ambiente domestico.